Judo. Nelle finali di Firenze
Ai campionati juniores i siciliani
conquistano
tre argenti e un bronzo

PALERMO - (mlv) I judoka siciliani, chiamati a superare la prova del campionato italiano juniores maschile e femminile di judo a Firenze hanno risposto conquistando tre medaglie d'argento e una di bronzo. Si sono classificati al secondo posto Michele Ciciulla (Yamato Club Catania), Domenico La Falce (Yama Arashi Messina), e Marco Todaro (Yama Arashi Messina), mentre l'ultimo gradino del podio è toccato a Melania Milici (Koizumi Siracusa).
Interessanti, nel settore maschile, le gare di La Falce e Todaro. Gli atleti messinesi hanno ottenuto un prestigioso risultato, gareggiando rispettivamente per le categorie dei kg. 86 e più 95. Sconfitto nella finale dei kg. 71, anche il bravo Ciciulla.
Nel settore femminile, invece, solo una medaglia di bronzo per Melania Milici, campionessa siciliana in carica (e piazzatasi settima agli assoluti di Torino), si è dovuta accontentare del terzo posto nella categoria dei kg. più 72. Da segnalare, infine, il quinto posto di Antonina Cardullo (Yama Arashi Messina) nella categoria dei kg. 61.
Mauro Lo Vasco
(La Sicilia)


Judo. Gli atleti messinesi
sempre ad alti livelli
Ziino e Calabrò, due splendide realtà
Si è svolta di recente la fase finale nazionale dei campionati italiani assoluti maschili e femminili a Torino, dove gli atleti della palestra Yama Arashi, di Tanino Minissale, si sono ancora una volta distinti. A rappresentare la nostra città erano: Franco Ziino e Sandro Tuccio (che per un infortunio non ha partecipato) in campo maschile, mentre in quello femminile erano presenti Silvana Miceli per la categoria kg. 48, e Giusy Calabrò nella kg. 52, tutti esponenti della suddetta palestra.
Ottimi sono stati i loro piazzamenti, infatti, Franco Ziino si è classificato terzo compiendo una vera e propria impresa, che forse inizialmente era insperata, in campo femminile un altro terzo posto è stato ottenuto dall'onnipresente Giusy Calabrò, che per un giudizio arbitrale errato si è vista privata della finale maggiore. Ciononostante si è trattato di un vero e proprio exploit per la Yama Arashi, che ha conquistato le uniche medaglie per la nostra isola.
Nei giorni scorsi si è anche svolto il campionato italiano juniores e la palestra del maestro Tanino Minissale è stata presente con tre atleti, due ragazzi ed una ragazza. Anche in questa manifestazione gli atleti hanno ottenuto delle medaglie, Mimmo La Falce ha conquistato il secondo posto nella categoria kg. 86, altrettanto ha fatto Marco Todaro nella categoria oltre kg. 95. Per quanto riguarda l'unica ragazza, Antonella Cardullo, si è classificata 5a nei kg. 61 e sul suo piazzamento bisogna recriminare, infatti per una sbagliata interpretazione della stessa atleta di un giudizio artibrale ha lasciato l'avversaria ormai immobilizzata, pregiudicando così l'accesso alla finale.
Comunque anche in questa kermesse la prestigiosa palestra si è ottimamente comportata.
Santino Di Pietro
(Settimana dello Sport)